31 marzo 2017

Recensione | "L'universo nei tuoi occhi" di Jennifer Niven

Ciao lettori, 
oggi vi propongo il mio parere sull'ultimo libro di Jennifer Niven: L'universo nei tuoi occhi


L'universo nei tuoi occhi 
di Jennifer Niven
De Agostini
€ 6,99 (ebook) € 14,90 (cartaceo)
Uscito il 21 marzo 2017
Affascinante. Divertente. Distaccato. Ecco le tre parole d’ordine di Jack Masselin, diciassette anni e un segreto ben custodito: Jack non riesce a riconoscere il volto delle persone. Nemmeno quello dei suoi genitori, o quello dei suoi fratelli. Per questo si è dovuto impegnare molto per diventare Mister Popolarità. Si è esercitato per anni nell’impossibile arte di conoscere tutti senza conoscere davvero nessuno, di farsi amare senza amare a propria volta. E finora è riuscito a cavarsela. Ma le cose prendono una piega inaspettata quando Jack vede per la prima volta Libby. Libby che non è come le altre ragazze. Libby che porta addosso tutto il peso dell’universo: un passato difficile e tanti, troppi chili per poter essere accettata dai suoi compagni di scuola. Un giorno, per non sfigurare davanti agli amici, Jack prende di mira Libby in un gioco crudele, che spedisce entrambi in presidenza. Libby però non è il tipo che si lascia umiliare, e il suo incontro con Jack diventa presto uno scontro. Al mondo non esistono due caratteri più diversi dei loro. 
Eppure… più Jack e Libby si conoscono, meno si sentono soli. Perché ci sono persone che hanno il potere di cambiare tutto. Anche una vita intera.

A distanza di giorni dalla fine della lettura posso dire con certezza che questo libro, per me, rappresenta la quasi totale indifferenza. Mi è piaciuto? Non mi è piaciuto? In tutta sincerità non so darvi una riposta. 
Questo libro ha delle belle basi per rendere la storia brillante, entusiasmante e semplicemente fantastica, tuttavia la Niven si è soffermata un po' troppo su alcune cose, tralasciando tutto il resto. E lasciando, purtroppo, molto alla fantasia dei lettori. 

L'universo nei tuoi occhi è raccontato dal punto di vista alternato dei due personaggi. Due persone talmente diverse da non avere apparentemente nulla in comune, tuttavia entrambi hanno il terrore di essere presi di mira dagli altri e di diventare soggetti a scherzi di cattivo gusto e al bullismo adolescenziale. Ma se Libby affronta questa paura con coraggio e tenacia, Jack si trasforma in ciò di cui ha il terrore. 

Libby è appena uscita dal periodo più brutto della sua vita. Dopo aver perso la madre a dieci anni, la ragazza ha iniziato a mangiare per colmare il vuoto lasciato e per sopprimere tutta una serie di paure che si sono manifestate. Per tutta la sua prima adolescenza si è lasciata guidare dall'agorafobia (paura di uscire di casa) e dalla tanatofobia (paura di morire), così tanto da non riuscire più a vivere senza avere attacchi di panico. Il non uscire di casa e il continuo buttarsi sul cibo l'hanno fatta arrivare a pesare quasi 300kg. Come se ciò non bastasse a buttare una ragazzina nello sconforto più nero, Libby è diventata famosa per essere "La ragazza più grassa d'America". Essere definita così da tutto il Paese l'ha umiliata tantissimo, ma le ha anche fatto aprire gli occhi e vedere che la vita che stava conducendo non era quella che voleva. 

Dopo aver passato anni fra visite dagli psicologi e centri estivi per dimagrire, Libby è finalmente pronta per tornare alla vita scolastica assieme ad altri adolescenti. 
Jack è il diciassettenne dei sogni. Bello, affascinante, divertente, è popolare e ha una ragazza stupenda. Questo è ciò che tutti sanno sul suo conto, ma quello che lui tiene all'oscuro è un grave disturbo mentale. No, non è pazzo, ma ha una malattia che non gli consente di riconoscere i volti delle persone che lo circondano. Si porta dietro questo segreto fin da quando era bambino e non ne ha mai parlato ad anima viva - né un famigliare né un amico - per il terrore che le persone iniziassero a prenderlo di mira. Perché Jack non vuole essere uno sfigato o un disagiato, lui vuole essere un semplice ragazzo. Ha imparato a memorizzare altri aspetti - taglio dei capelli, modi di atteggiarsi, tipico look - per riconoscere chi gli sta davanti. Ma non è sempre facile, sopratutto nell'ambiente scolastico o quando si trova a qualche festa. 

Come si incontrano queste due persone che non hanno nulla in comune? A scuola, ovviamente. Jack decide di partecipare ad un gioco che ha lo scopo di umiliare la ragazza e divertire tutti gli altri. Le salta addosso - eh sì, le salta proprio in "groppa" - e le resta attaccato manco fosse una sanguisuga, finché Libby non si infastidisce totalmente e gli molla un pugno in faccia. A causa dello scherzo di cattivo gusto e del pugno, i due ragazzi saranno costretti a trascorrere le successive settimane assieme a un consulente - psicologo? professore? - e parlare dei propri problemi e socializzare. Una sorta di gruppo di recupero per alcolisti anonimi ragazzi con problemi. 

Più i due passano del tempo assieme, più scoprono quanto sia facile parlare con l'altro dei propri problemi. Jack si sente finalmente libero di poter parlare del suo disturbo con qualcuno che non lo prenderà mai in giro e Libby si spoglia di tutte le sue paure con un ragazzo che la sta facendo sentire bene. 
Per non andare troppo all'interno della storia, vi dirò semplicemente che i due si aiuteranno tantissimo a vicenda. 

A quanto punto vi chiederete: con una trama così bella e con una descrizione della storia così bella (mi faccio i complimenti da sola), perché il libro in verità non ti è piaciuto da morire? Perché ci sono cose che non hanno assolutamente un senso logico. 

Jack ha nascosto per dieci anni il suo segreto a chiunque e nessuno se ne è mai reso conto. Nè i suoi genitori, che sono anche piuttosto presenti nella vita del figlio, né i suoi fratelli, che sono praticamente sempre con lui, né i suoi amici né la sua ragazza. Nessuno. 
E lui non ha mai voluto parlare di ciò a nessuno. Eppure, spunta fuori Libby con i suoi problemi e il suo passato e improvvisamente a Jack viene l'impulso di rivelargli ogni suo segreto. Ma davvero, davvero, davvero? Chi lo farebbe nella vita reale? ...
Il disturbo di Jack non gli permette di riconoscere i volti delle persone, ma le voci e i tratti fisici sì. Quindi, come è possibile che non riconosca le persone dalle voci? Personalmente riesco a riconoscere le persone dai profumi che portano e non è che io abbia i super poteri, eh. 
E ora arriviamo alla parte che potrebbe farmi passare per stronza ma che, vi giuro, è un semplice voler capire perché. Libby ha iniziato a metter su peso arrivando a pesare all'incirca 300kg e sappiamo, già dall'inizio della storia, che ne ha persi circa 150kg. Quindi, per ovvietà, lei pesa 150kg. Sta bene così, si sente bene così e ne è felice. Riesce a fare tutto ciò che le piace e non sente il bisogno di dimagrire ulteriormente. Ne sono molto, molto, molto felice. Ma perdere così tanto peso implica delle problematiche. E non se ne fanno parola. Mi aspettavo un percorso molto più travagliato rispetto a quello che effettivamente è stato. 
Ci sono alcune cose in questo libro che mi hanno lasciata molto perplessa. Oltre al fattore del peso di Libby e al disturbo di Jack, c'è anche la carenza di bullismo nella storia e l'evoluzione che l'autrice ha scelto di dare ai due personaggi. 
Da un libro con protagonisti di questo tipo - in passato Libby ha sofferto di atti di bullismo per essere sovrappeso - mi sarei aspettata molto, molto di più. Per un libro che viene definito un inno al bullismo, mi sarei aspettata veramente di più. 
Infine, perché voler trasformare per forza di cose un'amicizia in una storia d'amore? Jack e Libby sarebbero stati fantastici solo come amici, anziché far loro esplorare quell'altra parte. E se proprio voleva perché ai fini della storia doveva esserci, allora non così. Non così. 
Ciò che però risulta più assurdo è il finale. Pensavo - speravo! - di aver letto male, che fosse un sogno o un viaggio nell'immaginazione, e invece no. E' reale. E' scritto così. 

Concludo dicendovi che il libro è carino, con molti punti positivi, ma si concentra troppo su alcuni aspetti e troppo poco su altri. Non mi sento né di consigliarvelo né di sconsigliarvelo. Se avete letto e amato Raccontami di un giorno perfetto, allora sì buttatevici a capofitto. 

..................................................................

Cosa ne pensate di questa recensione? Avete letto il libro e avete un altro parere?
Fatemi sapere, 
Leen

GDL | "Passenger" di Alexandra Bracken

Ciao lettori, 
Oggi sono qui per parlarvi di un'iniziativa che Camilla, blogger di La lettrice in soffitta, abbiamo organizzato per il mese di aprile! Come ben sapete, il 28 marzo è uscito il Italia Passenger di Alexandra Bracken, e quale miglior modo di gustarlo se non farlo assieme ad altri lettori?
Abbiamo organizzato un GRUPPO DI LETTURA
Di seguito vi lascio il calendario con tutte le informazioni e il banner da inserire nei vostri blog o da condividere sui vostri social, non è obbligatorio ma molto, molto gradito:)  

 Calendario

- Il gruppo di lettura inizierà lunedì 3 aprile e si concluderà domenica 30 aprile. 
- Ogni settimana si leggeranno un tot di capitoli e poi, la domenica, sarete invitati a lasciare i vostri commenti al riguardo e a discutere delle impressioni o dei pareri che avete avuto durante la lettura. 
- L'ultima domenica ci sarà una discussione generale sul libro e poi si deciderà se continuare anche il GDL con il secondo libro, Traveller, che uscirà il 18 aprile, oppure se salutarci alla prossima!

  • dal 3/04 al 8/04: capitoli dal 1 al 5 
  • dal 10/04 al 15/04: capitoli dal 6 al 11
  • dal 17/04 al 22/04: capitoli dal 12 al 18
  • dal 23/05 al 29/04: capitoli dal 19 al 22



<a href="http://it.tinypic.com?ref=25arofl" target="_blank"><img src="http://i68.tinypic.com/25arofl.jpg" border="0" alt="Image and video hosting by TinyPic"></a>

Per partecipare all'iniziativa vi basterà semplicemente iscrivermi al gruppo di Facebook che trovate a questo link: qui
Se desiderate avere informazioni sul libro, di seguito vi lascio la trama e un link d'acquisto. 



Passenger (Passenger, #1)
di Alexandra Bracken
Sperling & Kupfer
€ 9,99 (ebook) € 18,90 (cartaceo)
Uscito il 28 marzo 2017
In una terribile notte, Etta Spencer – giovanissima violinista – perde tutto quello che conosce e ama. Catapultata all’improvviso in un mondo sconosciuto, ha un’unica certezza: non ha viaggiato per chilometri, bensì per secoli. La sua famiglia, infatti, possiede la capacità di viaggiare nel tempo. Un’abilità di cui lei ha sempre ignorato l’esistenza. Fino ad ora. Passeggera a sorpresa su una nave nel bel mezzo dell’oceano, e disposta a tutto per ritornare al proprio tempo, Etta inizia una straordinaria avventura attraverso secoli e continenti, in compagnia di Nicholas, il capitano della nave. Ma i suoi tentativi per trovare la strada di casa non fanno che trascinarla sempre più a fondo. Per sopravvivere dovrà imparare a navigare tra spazio, tempo, tradimento e amore.

.....................................................................

Spero che salperete con noi in questa avventura, 
Leen

30 marzo 2017

Recensione | "Tredici" di Jay Asher

Ciao lettori, 
oggi voglio parlarvi di un libro che ho letto qualche anno fa e che ho riletto in occasione dell'uscita telefilmica! Infatti la Mondadori ha deciso di ristamparlo con una nuovissima edizione. 
Tredici di Jay Asher è un libro veramente stupendo che racconta la storia di Hanna Becker e delle ragioni che l'hanno portata a compiere il proprio suicidio. 


Tredici 
di Jay Asher
Mondadori 
€ 6,99 (ebook) € 17,00 (cartaceo)
Uscito il 29 gennaio 2013
Clay Jensen torna a casa da scuola e davanti alla porta trova un pacchetto indirizzato a lui, ma senza mittente. Dentro ci sono sette cassette numerate con dello smalto blu. Clay comincia ad ascoltare: le ha registrate Hannah Baker, la ragazza di cui Clay è innamorato da sempre. La stessa ragazza che si è suicidata due settimane prima. Hannah ha registrato tredici storie, una per lato, una per ogni persona che in un modo o nell’altro l’ha spinta verso la decisione di togliersi la vita. Ma lui cosa c’entra? Clay è sconvolto, vuole capire fino in fondo, scoprire quale ruolo ha svolto. Per tutta la notte, guidato dalla voce di Hannah, Clay ripercorre gli episodi e i luoghi che hanno segnato la vita della ragazza e che come tante piccole palle di neve si sono accumulati fino a divenire una valanga incontrollabile. Per tutta la notte, con la voce nelle cuffie, Clay si tuffa nei ricordi, nei rimpianti, e si tormenta cercando di capire cosa sarebbe successo se…
Per tantissimo tempo ho guardato la pagina bianca senza sapere minimamente che cosa scrivere. E ancora adesso, sebbene siano passate almeno un paio di settimane dalla conclusione della lettura, ho il vuoto totale. 
Vorrei dire talmente tante cose che non so da dove iniziare e non so nemmeno dove finire, per evitare di anticipare eventi o situazioni a chi ancora non lo ha letto. E, purtroppo, in questo libro ci sono tante cose che succedono, tanti fatti che si susseguono e tantissime situazioni che è bene viverle senza conoscerle che mi stanno mettendo in crisi. 
Devo anche confidarvi una piccolissima cosuccia prima di iniziare la vera e propria recensione. Questo libro mi è piaciuto, sì, ma non l'ho trovato straordinario e non lo definirei mai un capolavoro. Ci sono cose in questa storia che non mi sono proprio piaciute, ci sono azioni che i personaggi compiono che non definirei mai da denuncia e poi ci sono alcuni comportamenti di Hanna che mi hanno fatto un po' storcere il naso. Nel complesso, tuttavia, è un bel libro perché Jay Asher ha descritto una realtà che spesso - troppo spesso - accade agli adolescenti. E i ragazzi, in particolare modo se sono piccoli, non dicono nulla. Subiscono e stanno in silenzio. 
Ed è quello che fa anche Hanna. 
Hanna non parla. Hanna non si confida. Hanna subisce, subisce e subisce. 
Hanna non solo è la vittima, ma è anche la carnefice di se stessa.
E tutte le cose che le accadono durante gli anni, tutti gli atti di bullismo o semplicemente degli scherzi idioti, la portano a credere che c'è un'unica via d'uscita da questa storia. Che tutto ciò che le capita può concludersi unicamente con un epilogo. Perciò lo fa: si suicida. 

“Ciao a tutti. Spero per voi che siate pronti, perché sto per raccontarvi la storia della mia vita. O meglio, come mai è finita. E se state ascoltando queste cassette è perché voi siete una delle ragioni. Non vi dirò quale nastro vi chiamerà in causa. Ma non preoccupatevi, se avete ricevuto questo bel pacco regalo, prima o poi il vostro nome salterà fuori... Ve lo prometto.”

Due settimane dopo la sua morte iniziano a girare delle registrazioni, tredici cassette, prodotte da Hanna stessa che spiegano quali sono le ragioni che l'hanno portata a compiere quel gesto. I destinatari sono tredici, per l'appunto, e ognuno di loro è in qualche modo il co-responsabile della fine della ragazza. 
La storia viene narrata attraverso le cassette di Hanna e la voce di Clay, il protagonista del libro. Passato e presente si mescolano e fin dalle prime pagine è chiaro che la storia di Hanna è incominciata fin dal primo anno di liceo. E sempre attraverso i loro racconti, si notano due versioni della stessa persona. Più versioni. Perché ciò che Hanna subisce durante gli anni la porta inevitabilmente al cambiamento. 
La Hanna dolce, gentile e con un sorriso per tutti, si trasforma in una persona chiusa e triste.  Bisognosa dell'affetto genitoriale che sembra mancare a causa dei problemi economici. Bisognosa di un amore puro e senza giudizio. Bisognosa di un'amicizia solida e vera. 
La ragazza non parlerà mai apertamente di ciò che le sta capitando, ma i campanelli di allarme ci sono tutti quanti. Eppure nessuno vede, nessuna nota e nessuno parla. Nessuno la difende, nessuno la consola. La situazione potrebbe apparire abbastanza surreale se non fosse che è molto più reale di quanto si pensi. 

Ciò che mi è piaciuto di più di questo libro è proprio il realismo. Tredici è narrato dal punto di vista di una ragazza, una persona che ha subito troppe delusioni e che pensa che la vita le riserverà soltanto quello. Hanna non vede quello che potrebbe avere, ma solo quello che già ha. Ha una reputazione cucita addosso che la etichetta ma non la identifica, non ha amici sinceri e leali, non ha un ragazzo che la ama e non ha una famiglia presente e costante. Tutto ciò che è successo almeno ad un centinaio di adolescenti, ma purtroppo non tutti sono uguali. Alcuni sono troppo fragili e troppo sensibili per riuscire a mandare a quel paese gli stronzi, per cambiare la propria esistenza e per combattere il bullismo. Non tutti siamo uguali. Non tutti riescono a tener testa alle bruttezze della vita. 
E la storia di Hanna è proprio un monito. Non è un grido di bullismo e di cattiverie gratuite, ma è un inno alla riflessione. Al non far ripetere ancora, ancora e ancora la stessa storia. 
Un altro punto a favore va all'espediente utilizzato. La storia inizia con Clay che si ritrova sulla porta di casa una scatola delle scarpe con tredici registrazioni, senza alcun mittente. In quelle cassette Hanna lancia un grido di accusa e una sottile minaccia. Se le cassette non gireranno e arriveranno a tutte e tredici le persone citate, un'altra copia verrà resa pubblica. E questo è un motivo più che sufficiente per far collaborare tutti quanti. 
Perché alcuni degli episodi raccontati sono delle stupidaggini, degli scherzetti un po' idioti, ma altri sono davvero delle brutalità. 
E accade qualcosa che Hanna non aveva previsto perché nell'intimità della sua confessione, le persone si uniranno. Il suo segreto le unirà per sempre. 

“Anima sola” di Hanna Baker

Incrocio il tuo sguardo
Ma tu non mi vedi
A malapena rispondi
Se mormoro
Come stai
Due amici del cuore
Due anime gemelle
Forse non lo siamo 
Forse non lo sapremo mai

Madre mia 
Mi hai portato in te
Ora non vedi altro
Che ciò che indosso qui
La gente ti chiede
Come sto
Tu sorridi e annuisci
Fai che non finisca
Così
Mettimi
Sotto il cielo di Dio e
Conoscimi
Non mi guardare solo con gli occhi
Strappa
Questa maschera di carne e di parola
E vedimi
Per la mia anima sola.

Concludo questa recensione un po' troppo sconclusionata - ne sono consapevole! - ricordandovi che domani, 31 marzo, su Netflix andrà in onda la serie tv ispirata a questo libro. Gli episodi saranno ovviamente tredici e in ognuno di essi verrà narrata una cassetta. Io sono troppo curiosa e non vedo l'ora di vederla! 

.......................................................

Cosa ne pensate di questo libro? Lo avete letto? 
Fatemi sapere, 
Leen








29 marzo 2017

Anteprime | 28.03.2017-30.03.2017

Ciao lettori, 
con il post di quest'oggi raggruppo tutte le uscite della settimana, sia quelle passate che quelle che arriveranno. Ho passato il weekend a visitare Bologna e fra la stanchezza data dal viaggio e il cambio d'ora, sono stata un po' sottotono per quanto riguarda il blog (fra l'altro conto di tornarci, qualcuno di voi è di Bologna? :) ) Tanto che mi sono scordata completamente di parlarvi dei libri in uscita! Eppure, per fortuna, si può sempre rimediare. 
Di seguito troverete le informazioni e il link di acquisto dei libri:)


Non ti lascerò cadere (Left Drowning, #2)
di Jessica Park 
Sperling & Kupfer
€ 9,99 (ebook) € 17,90 (cartaceo)
Uscito ieri, 28 marzo 2017
Blythe McGuire è riuscita ad affrontare il proprio inferno personale, e ora può finalmente guardare in faccia il futuro. Un futuro ormai inevitabilmente intrecciato a quello dei fratelli Shepherd. Con Chris, condivide un'incredibile storia d'amore. Dopo anni di incertezza e stabilità, tra le sue braccia ha trovato la pace e la tranquillità. Con Sabin, invece, condivide un'intensa amicizia, che sta diventando ogni giorno più complicata e presto verrà messa alla prova. Perché se Blythe e Chris, insieme, sono riusciti a restare a galla in mezzo alla tempesta, è Sabin ora a rischiare di annegare, sopraffatto da un passato difficile che ancora lo ossessiona. Il suo tormento minaccia di trascinare tutti e tre in acque pericolose. E anche se Blythe è riuscita a superare il proprio dolore e salvare se stessa, salvare Sabin potrebbe essere, per lei, la sfida più grande di sempre. Dopo aver conquistato il cuore delle lettrici, i protagonisti di Sei in ogni mio respiro tornano in un nuovo, intenso e sensuale romanzo. Una straordinaria e tenace storia di amore e amicizia che ci esorta a non arrenderci mai, a combattere ogni giorno per guarire dalle nostre ferite. Ricordandoci che guarire non significa dimenticare il passato, ma accettarlo e andare avanti nonostante tutto. Solo così possiamo tornare davvero a vivere, a respirare e ad amare.

Ammare. Vieni con me a Lampedusa
di Alberto Pellai
De Agostini 
€ 6,99 (ebook) € 12,90 (cartaceo)
Amazon 
Uscito ieri, 28 marzo 2017
Mattia ha quindici anni, Caterina tredici. Hanno mille domande e poche risposte: sul mondo, sul futuro, su di sé. Le loro strade si incrociano. Prima, quasi per caso, nella vita reale. Poi, di proposito, tra le righe di un blog: Vieniconmealampedusa.it. È Mattia a curare il blog, sotto falsa identità. Lì è Franz, un ragazzo che vuole sensibilizzare il mondo sul destino dei migranti. L’idea nasce da una ricerca scolastica: lui che non si è mai messo davvero in gioco, lui che si nasconde dietro una massa di ricci disordinati, lui che ha una lista di sogni ben custodita nel cassetto, sente di non poter più rimanere in silenzio. Non davanti al dramma di chi muore nel Mar Mediterraneo cercando una speranza, una via d’uscita. Per la prima volta Mattia prende in mano la sua vita per fare qualcosa di concreto, per lasciare il segno. E invita un politico a trascorrere una settimana con lui in un centro per migranti. Forse questo non accadrà, forse nessun politico risponderà all’appello di Mattia, ma quello che il ragazzo troverà grazie al suo blog è molto di più. Migliaia di followers disposti ad alzare lo sguardo insieme a lui. E un’amica speciale, come Caterina.


Le buone intenzioni
di Kate Tempest
Frassinelli
€ 9,99 (ebook) € 18,50 (cartaceo)
Amazon | Goodreads
Uscito ieri, 28 marzo 2017
Tutto inizia dentro una macchina che sta lasciando Londra: a bordo due ragazze, Harry e Becky, un ragazzo, Leon, e una borsa piena di soldi. Stanno scappando. Becky è una ballerina che per arrotondare fa la massaggiatrice; e sta scappando dal mondo vuoto dello spettacolo, dalle scarpe coi tacchi, dagli incontri negli alberghi, dalla gelosia asfissiante del suo ragazzo. Harry, invece, spaccia. Di giorno ai manager degli uffici di Londra centro, di sera nelle stesse feste della Londra glamour in cui Becky cerca di conoscere qualcuno di importante. E scappa dalla cocaina, e dai giri pericolosi e violenti in cui, chi fa un lavoro come il suo, inevitabilmente finisce. Leon è «il miglior amico e il socio in affari di Harry». E anche lui, come Harry, scappa da una vita che non sopporta più. E tutti e tre scappano dalle loro ambizioni frustrate, dalle loro famiglie ingrigite, dalle loro vite precarie, dalla noia senza redenzione di Londra Sud. Da quella macchina, nel corso del romanzo, guarderemo indietro, scopriremo quali sono i mattoni che hanno costruito le vite di Harry, Becky e Leon, e vedremo come, purtroppo, non sempre le buone intenzioni portano a prendere le decisioni giuste.

La figlia dello stregone
di Terry Brooks
Mondadori
€ 9,99 (ebook) € 20,00 (cartaceo)
Amazon | Goodreads
Uscito ieri, 28 marzo 2017
Come sogno, come magia, così si enunciano le leggende meravigliose di Shannara. Nella ricostruzione prodigiosa della vasta città di Arishaig, nel carisma malvagio di Arcannen Rai, nella vertiginosa altezza della Torre della Fenice, nell'amore struggente che lega Paxon e Leofur Rai, nel sublime Canto Magico che tutti gli elementi controlla, nella micidiale potenza delle armi a raggi ustori, nell'indifferente crudeltà di uno Sleath, e ancora nella misteriosa sparizione di Crysallin e nelle ombre paurose che accerchiano la Fortezza dei Druidi, così si enunciano il sorgere, il durare di una delle più belle saghe fantasy mai concepite.

Il paradiso non è lassù (Tailorstown, #1)
di Christina McKenna
AmazonCrossing
€ 4,99 (ebook) € 9,99 (cartaceo)
Uscito ieri, 28 marzo 2017
Ottantasei è un bambino senza nome, un numero tra tanti, cresciuto nell’ambiente tetro e violento di uno squallido orfanotrofio. Attorno a lui solo adulti crudeli e impietosi, davanti a lui nessuna speranza. Oggi, poco più che quarantenne, Jamie McCloone è un uomo fragile che conduce una vita solitaria e monotona nella fattoria ereditata dallo zio. Uniche consolazioni, l’amato organetto e Paddy e Rose, gli affettuosi vicini di casa. Lydia Devine è un’insegnante rispettabile, figlia di un pastore protestante, che vive ancora con la madre anziana, accudendola e obbedendole in tutto e per tutto. Jamie e Lydia non potrebbero essere più diversi, ma qualcosa sta per stravolgere la vita di entrambi.
.................................. 


Hyperversum. Ultimate (Hyperversum, #5)
di Cecilia Randall
Giunti
€ 9,99 (ebook) € 17,00 (cartaceo)
In uscita oggi, 29 marzo 2017
Phoenix, Arizona, futuro prossimo. Alex ha deciso: tornerà nel medioevo da Marc, che ora è il primo cavaliere di Luigi IX. Nulla può farla rinunciare al suo amore per lui, nemmeno l'ira di suo padre Daniel e il dolore per il distacco dalla famiglia.
Châtel-Argent, Francia nord-orientale, XIII secolo. Mentre al castello fervono i festeggiamenti per il matrimonio di Michel de Ponthieu, Marc e Alex si ritrovano e decidono di sposarsi, ma Ian impone loro di attendere almeno sei mesi, per conoscersi meglio.
Durante i due anni di distacco, Marc è cambiato, è diventato un uomo di corte e un campione di guerra, sicuro di sé, quasi arrogante. Alex a volte fatica a riconoscerlo, è smarrita e sempre più spesso finisce per confidarsi con il giovane Richard, che ha una sensibilità più affine alla sua. E le cose si complicano quando Luigi IX affida a Marc una missione delicata, sulla quale grava l'ombra di una nuova guerra: a Dunkerque è stato ucciso un templare e occorre investigare per trovare gli assassini...
..................................  


Due cuori e un segreto (The Burke Brothers, #1)
di Emma Hart
Fabbri 
€ 6,99 (ebook) € 17,90 (cartaceo)
In uscita domani, 30 marzo 2017
Conner Burke è l’idolo delle teenager: canta nei Dirty B., la band che ha fondato insieme ai tre fratelli, e con le sue canzoni fa sciogliere il cuore di qualsiasi ragazza. Eppure, lui ne ama solo una: Sofie Callahan, la sua amica d’infanzia, la sua musa. Quella che gli ha spezzato il cuore scomparendo nel nulla all’improvviso. Ma quando, dopo due anni e mezzo di lontananza, Sofie ritorna improvvisamente a casa, niente potrà più essere come prima. Sì, perché lei non è sola: con sé ha portato la piccola Mila. Sua figlia. A Conner basta uno sguardo agli occhi blu della bambina per capire tutto. La rabbia del ragazzo, distrutto per essersi perso i primi anni di vita di Mila, e poi i pettegolezzi della gente e i giornalisti a caccia di gossip renderanno molto difficile il suo rapporto con Sofie. Come se non bastassero il risentimento, i ricordi... e l’inarrestabile attrazione che li unisce. Ma forse nemmeno la lontananza e gli inganni sono riusciti a cancellare l’amore che li univa. Può però Conner tornare a fidarsi, se lei rifiuta di rivelargli l’ultimo, inconfessabile segreto che l’ha spinta a fuggire?

Il vestito da sposa
di Rachel Hauck
Newton Compton
€ 4,99 (ebook) € 10,00 (cartaceo)
In uscita domani, 30 marzo 2017
Charlotte è rimasta sola quando, a soli dodici anni, ha perso la madre. Possiede un’elegante boutique di abiti da sposa e lei stessa è in procinto di sposarsi con Tim, ma, come nelle favole, non riesce a trovare il vestito giusto, convinta che sia l’abito a scegliere la sposa e non il contrario. Un giorno, del tutto casualmente, assiste a un’asta e, nonostante sappia di non poter spendere soldi fuori budget, qualcosa dentro di lei la spinge ad acquistare un vecchio baule malconcio. Solo che Charlotte incomincia ad avere dei dubbi sul fidanzamento, a pensare che forse Tim non sia l’uomo per lei quando, durante una cena per definire i dettagli della cerimonia, il fidanzato le chiede di rimandare il matrimonio perché non si sente ancora pronto. Charlotte, che non considera sensato stare insieme senza progettare di sposarsi, decide allora di rompere con lui. Mentre cerca di farsi forza e superare il difficile momento, le torna in mente il vecchio baule, che non ha ancora aperto… Quando lo fa, scopre che dentro, in ottime condizioni, è conservato un abito da sposa antico, scintillante di perle e raso, con delle iniziali cucite a mano. Ma da dove viene? Chi lo avrà indossato? Un piccolo indizio scatena la curiosità di Charlotte, che si mette a fare ricerche sulla sua proprietaria, senza immaginare quanto le storie legate a quel vestito coinvolgano il suo stesso destino…

Phoneplay
di Morgane Bicail
Newton Compton
€ 3,99 (ebook) € 10,00 (cartaceo)
Amazon | Goodreads
In uscita domani, 30 marzo 2017
Alyssa ha sedici anni, studia al liceo e pensa che la sua vita sia una noia mortale. Ogni giorno le stesse cose: famiglia, scuola, compiti e tutto il resto, mai una avventura che le possa cambiare la giornata. Una sera, però, riceve un SMS da un numero che non conosce e che dice solamente “Buonasera Alyssa”. La ragazza, incosciente, risponde allo sconosciuto che le propone di partecipare al seguente gioco: se Alyssa indovinerà la sua identità, lui diventerà suo per sempre. Per Alyssa è l’occasione che aspettava per uscire dalla routine. Anche se questo significa fare un salto nel vuoto e assumersi un grosso rischio. E se questo fantomatico Sconosciuto fosse uno spostato o peggio ancora un malintenzionato? Fino a dove Alyssa è disposta ad arrivare per un ragazzo di cui non sa nulla? 

La rivincita siamo noi (Taking Chances, #2)
di Molly McAdams
Newton Compton
€ 4,99 (ebook) € 9,90 (cartaceo)
Amazon | Goodreads
In uscita domani, 30 marzo 2017
Quando Kennedy Ryan si trasferisce in California, tutto si aspetta meno che di imbattersi proprio in Liam Taylor, colui che ha popolato i suoi pensieri per un anno. È lui che l’ha portata a infrangere ogni regola per una sola notte di passione, ore bellissime che hanno significato, almeno per lei, molto più di quanto potesse immaginare. Reduce da esperienze disastrose con gli uomini, Kennedy si è costruita intorno una corazza difficile da abbattere, ma ogni volta che vede Liam, la sua determinazione si indebolisce. Liam Taylor deve aiutare i nipoti del suo capo a socializzare. Ma quello che suona più come un lavoro da baby-sitter finisce per condurlo proprio dall’unica ragazza che pensava non avrebbe mai più incontrato, dopo essere sgattaiolato via dal suo letto una mattina all’alba. Ora che l’ha ritrovata, però, Liam è determinato a non lasciarla andare. Quando un segreto del passato mette a dura prova la loro relazione, riuscirà Kennedy ad accordare a Liam quella fiducia che lui ha lottato tanto per guadagnarsi? 


Una ragazza bugiarda
di Ali Land
Newton Compton 
€ 2,99 (ebook) € 9,90 (cartaceo)
Amazon | Goodreads
In uscita domani, 30 marzo 2017
Denunciare la propria madre a soli quindici anni può essere straziante. Dopo quella decisione, la vita di Annie è completamente cambiata. Ora ha un nuovo nome, Milly, e vive insieme alla sua nuova famiglia: Mike, la moglie Saskia e la figlia, Phoebe. Adattarsi ai loro ritmi e alle loro abitudini è molto più complicato di quanto avesse pensato. E il pensiero del processo che si avvicina, nel quale sarà chiamata come testimone, non le dà tregua. Mike, che inizialmente aveva richiesto l’affidamento di Milly sperando di poterla aiutare, è sopraffatto dai suoi impegni di psicoterapeuta. Saskia riesce a malapena a gestire la figlia naturale, e non è in grado di occuparsi anche di quella adottiva. Phoebe ha reagito malissimo all’arrivo di Milly: è sempre di malumore, vorrebbe che se ne andasse e, per rivalsa, comincia a maltrattarla, spalleggiata dalle amiche. Milly si sente isolata e in cerca di sostegno. Avrebbe assoluto bisogno di qualcuno che le desse ascolto: ci sono segreti che riguardano i crimini di sua madre, di cui sa molto di più di quanto non abbia confessato. Eppure nessuno sembra disposto a farlo…

.........................................................  

Cosa ne pensate di queste uscite? C'è qualche romanzo fra questi che vi interessa leggere? 
Personalmente sono molto incuriosita da Phoneplay e Una ragazza bugiarda. Il secondo l'ho il lettura al momento ma sono ancora all'inizio e perciò non mi voglio ancora pronunciare... è tutto da vedere. 
A presto, 
Leen

BlogTour | "Neve come cenere" di Sara Raasch | Dicono del libro...



Buongiorno lettori! 
Quest’oggi il blog ospita l’ultima tappa del blog tour “Neve come cenere”, il primo volume della trilogia fantasy di Sara Raasch edita Mondadori. 
La mia tappa è un po' diversa dalle solite perché non intervisterò l'autrice bensì cinque lettrici che hanno letto ed adorato il libro e che sono state così gentili da prestarsi e rispondere ad alcune mie domande
Salutate Sara, Vanessa, Chiara e Jessica e scoprite che cosa ne pensano del libro, della storia, dei personaggi e del forse inevitabile (ma magari no, chi lo sa...) triangolo. 




Neve come cenere (Snow like ashes, #1)

di Sara Raasch 
Mondadori 
€ 12,50 (cartaceo)
Uscito il 28 febbraio 2017
Da sedici anni i cittadini del Regno d'Inverno sono stati fatti schiavi, privati della loro magia e del loro re. L'unica speranza per il popolo di Inverno risiede negli otto fuggitivi che sono riusciti a scappare e sopravvivere fuori dai confini, in attesa che giunga il momento del riscatto. Rimasta orfana durante la sconfitta di Inverno, Meira è stata allevata da Sire e ha vissuto tutta la vita come profuga. Sogna di diventare una guerriera e far risorgere Inverno, ma il suo cuore batte anche per Mather, il suo migliore amico nonché erede al trono. Quando gli esploratori scoprono dove è nascosto il medaglione magico in grado di ridare i poteri a Inverno, Meira decide che è giunto il momento di fare sul serio. Finirà coinvolta in un gioco pericoloso forse troppo spietato per lei. E soprattutto dovrà rendersi conto che il suo destino non le è mai realmente appartenuto.

DICONO DEL LIBRO... 

1. Cosa ti ha attirato di questo libro? Avevi delle aspettative?
S: La prima cosa che mi ha colpito del primo è stata la copertina, è veramente bellissima e mi ero talmente fissata su questo libro che non ho resistito e l'ho acquistato in inglese. 
Poi per mancanza di tempo non sono mai riuscita a leggerlo, fino a che hanno annunciato la pubblicazione italiana e ho fatto salti per tutta casa.
Tendo a non avere troppe aspettative perché poi non voglio restarci male, ma quando ho iniziato a leggerlo mi sono trovata catapultata in un mondo veramente bellissimo e mi ha conquistata.

V: Io e questo libro abbiamo avuto un colpo di fulmine, tanto che l'ho letto in inglese prima che uscisse da noi. Ad attirarmi è stata soprattutto la prospettiva di perdermi in un worldbuilding fantastico tutto nuovo, ricco di magia e di fascino. Avevo alte aspettative e non sono state deluse!

C: Di questo libro mi ha attirato subito la cover ma anche i commenti positivi che ho sentito. Le aspettative erano alte.

J: La prima cosa che mi ha attirata di questo libro è stata la cover senza ombra di dubbio. Qui da noi è raro vedere cover così belle e insomma, anche l'occhio vuole la sua parte, no?
Per quanto riguarda le aspettative sì, ne avevo, ma ammetto che erano misurate perché devi sapere che io mi affido tantissimo a Goodreads e alle valutazioni e recensioni che trovo, soprattutto straniere, perché mi sono accorta che il 95% delle volte mi trovo d'accordo con la valutazione generale, quindi ero preparata ad una buona storia non, però, priva di difetti.

ntb: la Mondadori ha fatto proprio una cosa giusta a mantenere la cover invariata!

2. Qual é il personaggio con cui ti sei sentita più in sintonia? Perché?
S: Il personaggio con il quale sono entrata più in sintonia è senza dubbio Meira, è una ragazza che ha una costante voglia di provare quello che vale, non si arrende davanti alle prime difficoltà e combatte sempre con tutte le sue forze per quello che vuole e questo é un po' il mio carattere, anche io tendo ad essere caparbia e a lottare per quello che voglio.

V: Theron. Ho adorato questo personaggio. Ama i libri, l'arte, la cultura. E' un artista dall'animo nobile, pieno di sogni e ideali. E' totalmente diverso da suo padre e proprio per questo sarà un re fantastico, quando arriverà il suo momento. Mi sento sempre in sintonia con i personaggi che usano più la testa che i muscoli (anche se Theron è provvisto di tutto, sia messo agli atti) 

C: Sono entrata in sintonia subito con la protagonista, Meira. È un personaggio forte ma anche bisognoso di affetto e conferme e ho fatto il tifo per lei sempre! Il fatto che il libro sia scritto in prima persona di certo ha aiutato.

J: Per una volta posso dire con certezza che non è solo uno, infatti mi sono rivista al 50 e 50 sia in Meira che in Theron. Con Meira condivido la necessità di appartenere a un luogo, di sentirlo mio. Mentre con Theron... beh, leggo per conoscenza, per evasione, questo dovrebbe dire abbastanza senza spoilerare nulla xD

ntb: povero, povero Mather. Vieni ti abbraccio io.

3. Nel libro vengono presentati i quattro Regni del mondo: Inverno, Primavera, Estate e Autunno. Se potessi essere un personaggio a che regno vorresti appartenere?
S: Estate e inverno assolutamente no, da una parte troppo caldo e dall'altra troppo freddo!
Il regno perfetto per me sarebbe quello di Primavera.

V: Nel libro il Regno di Primavera è il principale antagonista e casualmente è proprio questa la stagione che amo di meno. Più che altro perché soffro di allergie che mi rendono la vita difficile in questo periodo. Forse anche Sara Raasch ha questo problema? Si spiegherebbero le ragioni di tanto astio verso una stagione che di solito è vista in modo positivo ahah Personalmente, amo l'autunno, e se fossi un personaggio di questo mondo è lì che vorrei vivere. Ammiro molto questo popolo perché sono riusciti a cavarsela con le loro sole forze anche senza avere un erede che potesse usare la magia.

C: Inverno, ho un debole per gli oppressi che non si arrendono.

J: Ah che domanda difficile! Idealisticamente ti direi Primavera o Autunno perché amo profondamente i colori vividi che caratterizzano queste stagioni, ma sia per costruzione all'interno del libro sia per come sono fatta io come persona, credo che la mia patria ideale sarebbe Inverno. Il soffice silenzio della neve, il suo scricchiolare sotto le suole delle scarpe, il panorama che ogni volta sembra essere fermo nel tempo... sono decisamente molto più affine a Inverno.

ntb: la mia stagione preferita è l'Estate perché amo il caldo soffocante, il mare cristallino e il caldo ma, non so, sapete? Credo che sceglierei tutto meno che Primavera. 

4. “Neve come cenere“ è principalmente un libro di genere fantasy, ma c'è anche una componente sentimentale. La domanda sorge spontanea: TeamMather o TeamTheron?
S: Assolutamente team Mather, mi dispiace per Theron perché è un ragazzo molto carino e gentile, ma il mio cuore batte per Mather.

V: Team Theron tutta la vita! Mather è un bravo ragazzo senza dubbio, un buon amico, ma non mi ha dato quella scintilla. Theron invece ha davvero conquistato il mio cuore!

C: Assolutamente team Theron, dal primo fotogramma in cui compare.

J: Ecco qua la domanda che speravo di evitare, ahahah. Guarda, in tutta onestà, l'ho scritto pure nella recensione, propendo per il #TeamTheron, ma in realtà non ho le idee chiare perché la parte sentimentale non viene esplorata granché, è giusto accennata quindi ho deciso di aspettare il secondo volume per prendere una parte effettiva xD

ntb: non mi pronuncio.

5. C'è una citazione che ti ha particolarmente colpita?
S: “E qualunque cosa avrà intenzione di fare, non mi impedirà di lavar via le ceneri del passato di questo regno e riempire le nostre vite della gelida, gloriosa pace della neve
Mi piace tantissimo questo passo, dove traspare l'amore di Meira per il regno di Inverno e fa capire che nonostante Inverno abbia avuto giorni migliori è pronto a risorgere dalle sue ceneri. 

V: “Un giorno saremo più che parole nel buio” 
C'è questa scena bellissima ambientata in un complesso di grotte nel campo di lavoro dove sono rinchiusi gli abitanti di Inverno. E' un luogo dove loro si ritrovano di nascosto. Le pareti sono piene di parole. Segni di chi è passato, di chi ha vissuto, urla si libertà, promesse, pensieri. L'ho trovata una scena bellissima e poetica e questa citazione ha lasciato il segno proprio come quelle parole sulla roccia.

C: “Noi siamo inverno!

J: Ah guarda, io sono una che rischia si sottolineare intere pagine, quindi con questa domanda mi cogli proprio nell'indecisione!
Ma in generale ce ne sono due che secondo me dovrebbero essere il mantra di tutti noi: “Un giorno saremo molto di più che parole nel buio” e “La paura è un seme che una volta piantato non smette più di crescere.
Però potrei elencarne ancora e ancora xD 

ntb: tranquilli, le mie citazioni le troverete nella recensione ma tutte quelle proposte mi piacciono moltissimo! 

Ringrazio tantissimo le ragazze che hanno acconsentito a questa “intervista”! In più, sono andata a scovare qualche recensione per voi e di seguito vi lascerò alcuni estratti:)

Il worldbuilding sviluppato dall'autrice per questo suo fantasy è ricco di soggetti e sviluppi nuovi ed intriganti uniti alla presenza ad altri più classici della letteratura Fantasy. La magia che caratterizza la storia, nonché la stessa struttura dell'ambientazione Fantasy è incredibilmente originale e ben sviluppata, capace di incuriosire il lettore e portarlo, pagina dopo pagina a chiedere di più alla storia.

Un libro a cui non manca niente: la storia d’amore, il triangolo, i tradimenti, le battaglie, la consapevolezza e la magia.Un libro che ti tiene incollato dalle prime alle ultime pagine!

Fin dai primi capitoli, Snow Like Ashes trasporta il lettore in un vortice di eventi che non fa che infittirsi. Il ritmo è veloce, estremamente avvincente e i colpi di scena sono nascosti dietro ad ogni pagina voltata, ed è davvero difficile poter immaginare ciò che accadrà.
This is one of the best high fantasy I've read this year, which might not mean much, considering the crap I've read, but I can only attest to my enjoyment of it. This book is good.
- Khanh, Goodreads   




#1 tappa: Honey, there are never enough books 
#2 tappa: Il colore dei libri 
#3 tappa: La lettrice sulle nuvole
#4 tappa: Il Bianco e il Nero, Emozioni di una Musa 
#5 tappa: Viaggiatrice Pigra 
#6 tappa: Angels book reader 
#7 tappa: We found wonderland in books 
#8 tappa: Il tempo dei libri 







.............................................................

Cosa ne pensate di questo libro? Lo avete già letto? 
Fatemi sapere, commentando questo post! 
Leen